Controllo a distanza del lavoratore ed illegittimità del licenziamento per giusta causa

La Cassazione – con sentenza del 3 giugno 2024, n. 15391 – ha affermato che non è licenziabile il lavoratore dipendente che risulti assente ingiustificato perché si è assentato dal lavoro o ha commesso delle irregolarità riscontrate dal dispositivo telepass presente sulla macchina aziendale in suo possesso.

Nel dettaglio, la Suprema Corte ha precisato che il datore di lavoro avrebbe dovuto avvisare il dipendente sul possibile utilizzo del dispositivo anche per effettuare dei controlli sullo svolgimento della sua prestazione lavorativa.

Fonte: MySolution

Carrello